Destra, Nuovo

Sviluppi attuali sulla protezione dei dati in Germania


Un'immagine con il titolo

La protezione dei dati in Germania si sta evolvendo, spinta dal crescente impegno della popolazione nella protezione dei propri dati personali e dagli sforzi delle autorità statali. In questo articolo, esaminiamo i recenti aggiornamenti e le attività chiave che hanno avuto luogo in vari stati nel 2023 e all’inizio del 2024.

Recenti decisioni giudiziarie

In una recente decisione del 19 gennaio 2024, il Tribunale regionale superiore di Colonia (causa numero 6 U 80/23) ha deciso che i pulsanti per accettare e rifiutare i cookie sui banner devono essere ugualmente accessibili e facili da usare . Questa decisione si basa sul caso di WetterOnline. È stato notato che il design del banner non forniva un modo semplice per rifiutare i cookie, come nel caso dell’accettazione dei cookie. Il design era considerato anticoncorrenziale e fuorviante, soprattutto perché includeva un pulsante etichettato “Accetta e chiudi [X]”, che poteva indurre gli utenti a dare inavvertitamente il proprio consenso ai cookie.

Questa sentenza evidenzia la necessità per le aziende di garantire che i loro cookie banner forniscano scelte chiare e trasparenti per soddisfare gli standard legali relativi al consenso degli utenti.

Rapporti attuali delle autorità regionali per la protezione dei dati

Rapporto sulla protezione dei dati dello Schleswig-Holstein

Il rapporto sulla protezione dei dati 2024 del Centro statale indipendente per la protezione dei dati dello Schleswig-Holstein (ULD) evidenzia importanti aree di interesse come la gestione dei dati sanitari, la protezione dei dati dei dipendenti e l’uso sicuro delle tecnologie cloud. Il rapporto evidenzia inoltre la necessità di progressi legislativi, in particolare nei settori della protezione dei dati dei dipendenti e dell’intelligenza artificiale.

Numeri e statistiche importanti:

  • Nel 2023 sono stati ricevuti 1.344 reclami scritti, un numero in linea con l’anno precedente e che indica livelli costanti di impegno pubblico e preoccupazione per le questioni relative alla privacy.
  • Sono state segnalate 527 violazioni dei dati, in aumento rispetto alle 485 dell’anno scorso.
  • Il numero di reclami relativi alla videosorveglianza è aumentato e ha raggiunto il nuovo massimo di 256 reclami scritti, rispetto a un totale di 191 reclami dello scorso anno (188 non pubblici e 3 pubblici).

Rapporto dell’autorità sassone per la protezione dei dati

Il Commissario sassone per la protezione dei dati e la trasparenza (SDTB) ha riassunto le principali aree di lavoro per l’anno nella sua relazione annuale 2023 .

I risultati e le misure più importanti:

  • Un aumento di quasi il 10% dei reclami su possibili violazioni dei dati, per un totale di 1.160 reclami. Inoltre, sono state segnalate la cifra record di 950 violazioni dei dati, indicando una crescente preoccupazione sia nel settore pubblico che in quello privato.
  • Il rapporto esamina la compatibilità delle tecnologie di intelligenza artificiale come ChatGPT con la legge europea sulla protezione dei dati e sottolinea l’importanza di aderire agli standard normativi quando si utilizzano tali tecnologie.

Commissario di Amburgo per la protezione dei dati e la libertà d’informazione

Nel suo rapporto di attività del 2023, il commissario per la protezione dei dati e la libertà d’informazione di Amburgo sottolinea un aumento significativo dei reclami e delle violazioni della protezione dei dati . Il numero di reclami è aumentato di quasi il 20% arrivando a 2.537, in gran parte a causa di problemi con i prodotti Meta e Google. Anche il numero delle segnalazioni di violazione dei dati è salito a 925, compresi 235 attacchi hacker. Il rapporto evidenzia il ruolo cruciale delle autorità di protezione dei dati nel monitoraggio dei sistemi di IA ai sensi della legge sull’IA recentemente approvata, in particolare in settori che potrebbero incidere sull’interesse pubblico, come le forze dell’ordine e le elezioni.

Conclusione

Gli sviluppi nei rapporti 2023 sulle attività di protezione dei dati delle diverse regioni della Germania sottolineano la necessità che le aziende siano costantemente vigili e si adattino. Decisioni come quella del Tribunale regionale superiore di Colonia hanno rafforzato le aspettative riguardo ai banner e alle linee guida per il consenso e illustrano l’impegno delle autorità di protezione dei dati a esaminare attentamente i dettagli e a contrastare in modo decisivo le pratiche ingannevoli.

Per garantire che il tuo banner sui cookie soddisfi i requisiti del GDPR dell’UE, puoi visualizzare la nostra lista di controllo gratuita dei cookie qui .


più commenti

Webinar mit Google: Google Consent Mode v2 verstehen und nahtlos integrieren
video

Webinar con Google: comprensione e integrazione perfetta Google Consent Mode v2

A causa dell’elevata richiesta di informazioni sulla configurazione e sulla gestione dei nuovi requisiti di Google Consent Mode v2, consentmanager insieme a Google, ha ospitato un altro webinar su questo argomento il 12 giugno 2024. Il webinar si è svolto in tedesco. Te lo sei perso? Nessun problema! Il PDF del webinar può essere trovato […]
Nuovo

Newsletter 05/2024

Nuova integrazione per Slack, MS Teams e altro ancora Con l’attuale aggiornamento è ora disponibile nel sistema una nuova funzione di integrazione per Slack, MS Teams, Zapier e n8n. La funzione ti avvisa comodamente in Slack, Teams o qualsiasi altro strumento su modifiche e novità importanti (ad esempio nuovi cookie trovati) nel tuo account CMP. […]