Generale

Una nuova legge nei Paesi Bassi vieta la pubblicità non mirata per il gioco d’azzardo online


Una nuova legge nei Paesi Bassi vieta la pubblicità non mirata per il gioco d'azzardo online

Il settore olandese del gioco d’azzardo online è stato legalizzato dal 1° ottobre 2021 dalla legge sulle scommesse a distanza e sul gioco d’azzardo. Tuttavia, questa legge sul gioco d’azzardo si è ora evoluta in modo significativo con l’introduzione di un nuovo divieto di pubblicità non mirata sul gioco d’azzardo online che è entrato in vigore il 1° luglio 2023 . Ciò significa che la pubblicità dei giochi d’azzardo su Internet e sulla TV on demand è consentita solo a condizioni rigorose. Il governo dei Paesi Bassi ha intrapreso un’azione decisiva per proteggere le persone vulnerabili, in particolare i giovani, dai potenziali rischi del gioco d’azzardo online.

È importante che le aziende che offrono piattaforme di gioco d’azzardo online comprendano le nuove normative e adattino di conseguenza le loro pratiche sulla privacy online. Continua a leggere per imparare come farlo.

Background sulla legge sul gioco d’azzardo online nei Paesi Bassi

Il ministro Weerwind dice:

“La pubblicità è necessaria per comunicare l’offerta legale dei giochi d’azzardo online, per impedire alle persone di giocare illegalmente. Allo stesso tempo, noi, come governo, abbiamo il dovere di proteggere i gruppi vulnerabili dai rischi dei giochi d’azzardo online”.

Tradotto dall’inglese: La pubblicità è necessaria per comunicare la legalità del gioco d’azzardo online e per scoraggiare le persone dal gioco d’azzardo illegale. Allo stesso tempo, come governo, abbiamo il dovere di proteggere i gruppi vulnerabili dai rischi del gioco d’azzardo online.

Fonte: https://www.government.nl/latest/news/2023/04/19/minister-weerwind-bans-untargeted-advertising-for-online-games-of-chance

La popolarità del gioco d’azzardo online è aumentata molto nei Paesi Bassi. Occorre pertanto trovare un equilibrio tra la promozione delle opportunità legali di gioco d’azzardo e la protezione delle persone vulnerabili. Il divieto di pubblicità non mirata affronta le sfide e le preoccupazioni esistenti sulle pratiche pubblicitarie nel settore.

Nell’ambito di questo divieto, è importante sapere che , a condizioni rigorose, continuerà ad essere consentito quanto segue:

  • Pubblicità via Internet, ad esempio sui social media,
  • pubblicità mirata
  • posta diretta e
  • La pubblicità tramite TV-on-demand rimane consentita a condizioni rigorose.

Poiché le suddette forme di pubblicità sono ancora consentite, è necessario seguire alcune regole affinché le aziende possano utilizzare questi formati.

A quali condizioni è consentita la pubblicità per il gioco d’azzardo online?

Con questo divieto, il governo olandese vuole limitare la tentazione dei consumatori di partecipare a giochi d’azzardo ad alto rischio. Il divieto olandese alla pubblicità non mirata del gioco d’azzardo online ha quindi un impatto significativo sulle strategie pubblicitarie delle aziende di questo settore. Bene, tuttavia, gli inserzionisti possono ancora commercializzare i propri servizi come al solito se soddisfano le tre condizioni seguenti. L’obiettivo è ridurre l’esposizione dei giovani e di altre persone vulnerabili alla pubblicità del gioco d’azzardo potenzialmente dannosa.

La pubblicità per il gioco d’azzardo online non è quindi vietata, ma può avvenire solo alle seguenti tre condizioni :

  1. In primo luogo, dobbiamo impedire attivamente che la pubblicità raggiunga i giovani di età inferiore ai 24 anni o altri gruppi vulnerabili.
  2. In secondo luogo, almeno il 95% della pubblicità deve essere mostrato a persone di età superiore ai 24 anni.
  3. e infine, qualsiasi persona a cui vengono mostrati gli annunci deve essere in grado di rinunciare e non vedere gli annunci.

Come possono le aziende rispettare le normative?

Per soddisfare i requisiti del governo olandese per le aziende che offrono giochi d’azzardo online, devono essere prese misure proattive.

Di seguito sono riportati alcuni modi in cui è possibile rispettare questa legge, nonché esempi di come i clienti che utilizzano la CMP di consentmanager hanno modificato le proprie pratiche sulla privacy online per stare al passo con i tempi. Poiché abbiamo seguito questa legge sin dal suo annuncio, abbiamo preparato una serie di opzioni per i nostri clienti esistenti, come mostrato negli esempi seguenti.

1. Prevenire attivamente la portata della pubblicità

Impedisci attivamente che la tua pubblicità raggiunga i giovani di età inferiore ai 24 anni o altri gruppi vulnerabili. Ciò può essere ottenuto in vari modi. Puoi includere meccanismi di verifica dell’età nel banner dei cookie o nell’informativa sulla privacy del tuo sito web.

Esempio: puoi chiedere agli utenti di confermare la loro età compilando un campo specifico nel tuo cookie banner. Il tuo banner potrebbe includere l’opzione per visualizzare i pulsanti “Ho 24 anni o più” o “Ho 23 anni o meno”.

Con CMP come consentmanager puoi facilmente attivare la funzione di verifica dell’età nel banner dei cookie nella tua area delle impostazioni.

Schermata della funzione di verifica dell'età dashboard di consentmanager

E se desideri provare il tuo cookie banner con diversi design e funzionalità, puoi utilizzare la nostra innovativa funzione di staging per testare il tuo cookie banner personalizzato prima che venga pubblicato.

2. Rivolgersi al gruppo target giusto

Almeno il 95% della pubblicità deve essere mostrato a persone di età superiore ai 24 anni. Per raggiungere questo obiettivo, puoi utilizzare strategie pubblicitarie mirate. Ciò significa che devi personalizzare i tuoi annunci per raggiungere il pubblico desiderato utilizzando precisi parametri di targeting come età, posizione e interessi. Una volta eseguita questa operazione, assicurati che il tuo strumento di gestione del consenso si adatti al tuo targeting specifico e mostri il banner dei cookie o l’informativa sulla privacy appropriati per la fascia di età appropriata.

3. Offri opzioni di rinuncia

Quando i tuoi annunci vengono mostrati, gli utenti devono disporre di un’opzione di disattivazione. Assicurati di offrire agli utenti opzioni di opt-out chiare e facilmente accessibili tramite il banner dei cookie. Offrendo agli utenti la possibilità di rinunciare alla pubblicità, dimostri di rispettare le preferenze individuali e promuovi un’esperienza pubblicitaria incentrata sull’utente.

Esempio: un esempio potrebbe essere se hai 3 pulsanti sul banner dei cookie, ad es. un pulsante “Rifiuta”, un pulsante “Accetta, ho più di 24 anni” e un pulsante “Accetta, ho meno di 24 anni”.

Personalizza il tuo CMP e non preoccuparti più!

Questa è solo metà del percorso: il passaggio successivo consiste nell’apportare le modifiche necessarie in base alla legislazione applicabile alla tua attività. Tuttavia, poiché abbiamo già consigliato ai nostri clienti esistenti i vari modi in cui possono conformarsi al nuovo regolamento del governo olandese, puoi contare su di noi per toglierti le congetture.

Mettiti in contatto con uno dei nostri esperti e saremo felici di aiutarti, oppure crea il tuo cookie banner ora gratuitamente !


più commenti

Nuovo

Newsletter 03/2024

NOVITÀ: strumento per denunciare Siamo lieti di annunciare il rilascio del nostro nuovo software di segnalazione. Il software è stato sviluppato per soddisfare i requisiti della Direttiva europea sulle segnalazioni di irregolarità. Il nostro software ora offre ai tuoi dipendenti un modo semplice e sicuro per segnalare dubbi. Gli informatori possono inviare le loro segnalazioni […]
video

Webinar: Nessun cookie = perdita di entrate?

Il mondo online sta affrontando grandi cambiamenti, soprattutto per editori e inserzionisti. L’11 marzo abbiamo co-ospitato il webinar “No Cookies = Revenue Losses” con Refinery89.com per dare uno sguardo al futuro. Il webinar si è svolto in inglese. Sono stati discussi i seguenti argomenti: panoramica Il webinar ha fornito preziosi spunti su come editori e […]