Nuovo

Newsletter 06/2024


Nuovo componente aggiuntivo: Analisi dei siti web rispettosa della privacy

Con l’aggiornamento di giugno, nel tuo account è disponibile il nuovo componente aggiuntivo “Website Analytics”. Qui combiniamo le due componenti in cui siamo particolarmente bravi: una reale protezione dei dati e un ottimo reporting.

Il vantaggio della nostra nuova analisi dei siti web rispettosa della privacy risiede principalmente nella protezione dei dati e nella semplicità del sistema:

  • Nessun cookie o tecnologie simili
  • Nessun dato personale memorizzato
  • Solo come dati aggregati e solo posizioni dei server in Europa
  • Basta una riga di codice copia e incolla nel tuo sito web

Con la nostra analisi dei siti web rispettosa della privacy vorremmo provare a offrire un’alternativa semplice a sistemi di analisi complessi: nessun tracciamento sofisticato dei visitatori, ma una panoramica semplice, senza deviazioni e dritta al punto. Scoprilo a colpo d’occhio:

  • Quanti visitatori ha il mio sito web?
  • Quante pagine visualizzate ho avuto in un periodo di tempo?
  • Da dove vengono i visitatori?
  • Quali siti web mi indirizzano i visitatori?
  • Come stanno andando le mie campagne di marketing?
  • e altro ancora

Il nuovo strumento è ora disponibile per tutti i clienti come versione Basic (fino a 5000 pagine visualizzate) – se vuoi utilizzarne di più, ci sono gli aggiornamenti corrispondenti.

Provalo ora: fai semplicemente clic sul menu nella nuova interfaccia consentmanager> Website Analytics, fai clic e inizia!

Nuova pietra miliare nella protezione dei dati: American Privacy Right Act 2024

Attualmente negli USA vi sono 19 stati con leggi corrispondenti in vigore. L’American Privacy Rights Act (APRA), introdotto il 7 aprile 2024, mira a creare standard uniformi di privacy e sicurezza in tutti gli Stati Uniti. Questa proposta di legge regolerà l’intelligenza artificiale e le tecnologie decisionali automatizzate e stabilirà nuove regole per i “raccoglitori di big data” e gli “intermediari di dati”.

Leggi di più qui: https://www. consentmanager .de/wissen/american-privacy-rights-act-2024

Intestazione della newsletter dell'American Privacy Rights Act 2024

L’autorità olandese per la protezione dei dati pubblica indicazioni sui cookie banner

L’Autorità olandese per la protezione dei dati (Autoriteit Persoonsgegevens, AP) ha pubblicato nuove linee guida sull’uso conforme dei banner di consenso sui cookie e rafforzerà i suoi controlli. Le raccomandazioni chiave includono fornire informazioni chiare, utilizzare testo semplice e presentare tutte le scelte su un unico livello, senza opzioni preselezionate. Scarica la nostra lista di controllo gratuita delle migliori pratiche per evitare potenziali sanzioni.

Potete trovare l’articolo completo qui: https://www. consentmanager .de/wissen/nl-veroeffentlicht-cookiebanner-leitfaden

La DPA olandese pubblica le Linee guida sui cookie banner

Meta ritarda lo sviluppo dell’IA nell’UE

L’organizzazione noyb (non sono affari tuoi) ha presentato reclami contro Meta in 11 paesi dell’UE e accusa l’azienda di gravi violazioni del GDPR. L’attenzione si concentra sull’uso da parte di Meta dei dati personali degli utenti dell’UE per addestrare la sua tecnologia AI senza nome senza il necessario consenso degli utenti, che dovrebbe avvenire dal 26 giugno 2024. In risposta, noyb ha presentato 11 denunce in Austria, Belgio, Francia, Germania, Grecia, Italia, Irlanda, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia e Spagna, chiedendo a Meta di sospendere le attività di intelligenza artificiale pianificate. Meta ha poi rinviato temporaneamente i suoi piani per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale nell’UE. La Commissione per la protezione dei dati (DPC) ha dichiarato nella sua dichiarazione sul caso che continuerà a lavorare con Meta su questo argomento, in collaborazione con le altre autorità di protezione dei dati dell’UE.

Per il reclamo di noyb: https://noyb.eu/en/noyb-urges-11-dpas-immediately-stop-metas-abuse-personal-data-ai

Gli sviluppi dell'intelligenza artificiale di Meta nell'UE sono sospesi

IAB Europe introduce lo Scopo speciale 3: nessuna azione immediata richiesta per i clienti consentmanager

Il 3 giugno 2024, IAB Europe ha introdotto una nuova versione del TCF v2.2, che include il nuovo Scopo speciale 3, “Salvare e comunicare le scelte sulla privacy”. Questa nuova finalità facilita l’elaborazione delle stringhe TC (Transparency and Consent Strings) per verificare il consenso e le scelte privacy dell’utente quando tali stringhe sono considerate dati personali, garantendo così il rispetto dei requisiti del GDPR e della ePrivacy policy.

I fornitori devono indicare questo scopo per dimostrare che non vengono trascurati gli interessi e i diritti degli utenti. I CMP devono attuare la nuova misura entro il 4 ottobre 2024. Non è richiesta alcuna azione immediata per i clienti consentmanager . PDF informativo IAB sullo Scopo speciale 3: https://iabeurope.eu/wp-content/uploads/TCF_V-CMP_comms_TCFv2.2PoliciesAmendmentsIntroductionOfNewSpecialPurpose3-SaveAndCommunicatePrivacyChoices_030624_IABEurope.pdf

Nuovo video webinar: Google Consent Mode v2

Il 12 giugno si è svolto il webinar congiunto tra Google e consentmanager sul tema “ Google Consent Mode v2”. Dennis Gingele di Google e Jan Winkler di consentmanager hanno presentato i fatti più importanti e le informazioni di base sulla Google Consent Mode v2.

Se ti sei perso il webinar, ora puoi guardare la registrazione del webinar. Clicca qui per il video: https://www. consentmanager .de/wissen/google-consent-mode-v2-understand-and-seamfully-integrate/

Webinar con Google: comprensione e integrazione perfetta Google Consent Mode v2

Ulteriori ottimizzazioni e aggiustamenti a giugno

Nel mese di giugno, tra le altre cose, sono stati apportati i seguenti adeguamenti e corretti gli errori:
Nell’area dei report l’aspetto del report di ottimizzazione è stato reso più user-friendly. È stato rimosso un messaggio di errore che si verificava quando la navigazione era troppo veloce rispetto alla velocità di caricamento della pagina. È stato risolto un problema che si verificava quando si utilizzava l’interfaccia client in due finestre contemporaneamente. I passaggi di integrazione di Shopify nel Centro assistenza sono stati aggiornati.
Ulteriori innovazioni e ottimizzazioni sono disponibili nel registro di rilascio completo:

Registro di rilascio

  • Nuovo componente aggiuntivo: Analisi dei siti web
  • Correzione: la finestra di dialogo di conferma si trova sotto la modale CMP
  • Correzione: l’uscita GCP impedisce l’invio dei segnali TCF
  • Correzione: problema relativo all’utilizzo dell’interfaccia client in due finestre contemporaneamente
  • Correzione: il fornitore AWIN si è disconnesso da fastly.net
  • Correzione: problema PCP in linguaggio PL
  • Correzione: rimosso il messaggio di avviso sull’interruzione dell’utente
  • Correzione: problema di versione con modifiche alla pubblicazione
  • Correzione: conteggio dell’elenco modale CMP errato
  • Correzione: problema relativo alla lunghezza del TCF nell’app
  • Correzione: flag Consent Mode TCF nell’app
  • Correzione: aggiunto il supporto per il segmento TCF PublisherTC
  • Integrazione API Shopify aggiornata
  • Sezione Guida di Shopify aggiornata e video di integrazione
  • Stile aggiornato dell’Informativa sulla privacy
  • Stile aggiornato del rapporto di ottimizzazione
  • Aggiornate le impostazioni relative allo stile delle integrazioni

più commenti

Jetzt zu consentmanager wechseln

Newsletter 07/2024

consentmanager modifica offerta Non sei soddisfatto del tuo attuale fornitore di servizi di gestione del consenso, ma temi lo sforzo tecnico che un cambiamento potrebbe comportare? Allora abbiamo un’offerta interessante per te. Passa subito a consentmanager e, grazie alla nostra nuova modalità di compatibilità, il passaggio tecnico sarà semplicissimo. Cosa devi fare per questo? Sostituisci […]
Einhaltung der EU-Verordnung über künstliche Intelligenz consentmanager
Destra

Regolamento UE sull’intelligenza artificiale

Il regolamento UE sull’IA entrerà in vigore nell’agosto 2024 A seguito della prima proposta della Commissione Europea nell’aprile 2021, il Parlamento Europeo ha adottato il Regolamento UE sull’intelligenza artificiale. Questo è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea nel luglio 2024 ed è ora disponibile in tutte le 24 lingue ufficiali degli Stati membri dell’UE. […]