Generale

IAB TCF 2.2: tutti i fatti, la cronologia e come usarlo ora


Lo IAB ha rilasciato la sua ultima versione del Transparency and Consent Framework (IAB TCF 2.2) e porta con sé alcune importanti modifiche per gli editori.

Cos’è il TCF IAB?

Il TCF IAB è un quadro di linee guida e standard tecnici che consente a editori e fornitori di raccogliere e scambiare informazioni sul consenso, o in termini semplici: il TCF è il modo in cui un fornitore (ad esempio un inserzionista sul tuo sito web) comprende quali decisioni prese dai visitatori . Il TCF standardizza la raccolta, la comunicazione e la comprensione delle informazioni sul consenso. Ciò consente al fornitore di adattare il proprio comportamento, ad es. B. Per visualizzare annunci non personalizzati invece di annunci personalizzati basati sui dati.

Perché dovrei utilizzare il TCF IAB sul mio sito web?

In linea di principio, tutte le principali società pubblicitarie supportano il TCF IAB come Standard e partecipano come fornitori alla TCF Global Vendor List (GVL). Per mostrare la loro pubblicità, queste aziende si affidano ai segnali che ricevono attraverso IAB TCF. Se mancano questi segnali di consenso (la cosiddetta “stringa TC”), la maggior parte degli inserzionisti si rifiuta di visualizzare qualsiasi pubblicità . In qualità di editore, se non utilizzi il TCF, è probabile che tu perda entrate pubblicitarie sul tuo sito web.

Cosa c’entra il TCF di IAB con Google?

Google è una delle più grandi società pubblicitarie al mondo. Con servizi come Google AdWords, Google AdSense, Google Ad Manager, Google AdMob o Google AdX, Google svolge un ruolo importante per la maggior parte dei siti web quando si tratta di pubblicità sul loro sito web. Di recente , Google ha annunciato che avrebbe inasprito la sua politica pubblicitaria e avrebbe pubblicato annunci solo in presenza di un segnale IAB TCF 2.2 valido . Ciò riguarda le sue piattaforme AdSense, Ad Mob o Ad Manager per gli utenti nel SEE e nel Regno Unito. Questa nuova politica entrerà in vigore nel quarto trimestre di quest’anno . I siti Web e le app che desiderano visualizzare annunci pubblicitari di Google devono implementare un CMP che supporti IAB TCF 2.2 ed è certificato da Google .

consentmanager è certificato Google TCF 2.2?

Sì, consentmanager ha già seguito il processo di certificazione sia per la certificazione TCF IAB che per quella TCF Google.

Qual è la differenza tra TCF 2.0/2.1 e 2.2?

Lo IAB TCF 2.0 è stato rilasciato nel 2019. A causa del conflitto con l’APD belga, l’IAB ha rilasciato una nuova versione dell’IAB (versione 2.2) per affrontare alcune delle questioni sollevate. Le principali differenze sono:

  • Requisiti più elevati per le informazioni visualizzate per i fornitori (ad esempio categorie di dati, periodi di conservazione, …)
  • Requisiti più elevati di interesse legittimo e rimozione dell’interesse legittimo per scopi specifici
  • Rimozione di alcune funzionalità tecniche (ad es. comando IAB TCF CMP API getTCData)

Per un proprietario di un sito Web o di un’app, la maggior parte di queste modifiche non avrà alcun impatto se non una modifica minore nelle informazioni visualizzate.

Cronologia: quando posso iniziare? Quando dovrei iniziare a usarlo?

Il “vecchio” TCF 2.0/2.1 è ancora valido e può essere utilizzato fino alla fine del periodo di transizione, che è stato prorogato al 20 novembre 2023 . Da questo punto in poi, è valido solo il TCF 2.2. Il consentmanager ha già iniziato a supportare il TCF 2.2: i siti web possono già passare dalla versione 2.0 alla versione 2.2, se necessario .

Ma: tutti i fornitori devono aggiornare la loro registrazione con IAB GVL. Inoltre, i provider devono aggiornare la propria tecnologia per comprendere e supportare i segnali TCF 2.2. Ciò richiede un processo manuale con la maggior parte dei fornitori e quindi richiede tempo. È quindi prevedibile che molti fornitori avranno bisogno di tempo per adattarsi. Ti consigliamo pertanto di non passare a IAB TCF 2.2 prima di novembre , in quanto ciò potrebbe comportare perdite di entrate pubblicitarie per gli editori.

Come posso iniziare?

Se desideri passare alla versione 2.2 del TCF, puoi farlo nel tuo account consentmanager accedendo a:

menu (vista precedente).> di CMP> Modificare> Altre opzioni> IAB TCF:

menu (nuova vista).> di CMP> Altre opzioni> IAB TCF:

A tutti gli utenti verrà nuovamente chiesto se eseguo l’aggiornamento a TCF 2.2?

NO. I vecchi segnali di consenso sono ancora validi e continueranno ad essere utilizzati dal CMP dopo novembre 2023.

Perché ci sono nuovi fornitori di servizi con l’aggiornamento? È ok?

Non tutti i fornitori registrati con IAB TCF 2.0 sono registrati anche con 2.2. Con il passaggio alla versione 2.2 questi fornitori hanno perso il loro status di fornitori IAB. Ciò significa che l’ID IAB viene perso (ID senza una “s” o una “c” davanti) e solo l’ID di sistema (quello con una “s” davanti) può essere utilizzato per il provider.

Purtroppo ciò significa anche che si perde l’assegnazione automatica degli scopi. Ciò significa che ora i fornitori interessati devono essere assegnati manualmente a uno scopo.


più commenti

Digital Services Act
Destra

La legge sui servizi digitali (DSA) vale anche per la vostra azienda? Le piattaforme online hanno obblighi aggiuntivi

La legge sui servizi digitali stabilisce ulteriori requisiti di trasparenza per le piattaforme online. La definizione di piattaforma online ai sensi della DSA può applicarsi alla tua attività. Di conseguenza, potrebbe essere richiesto di rispettare ulteriori requisiti di trasparenza della DSA. Continua a leggere per scoprire se la tua attività rientra in questa categoria e […]
A picture of a cookies with a red circle in the middle and the caption 1st party cookies and 3rd party cookies
Nuovo

Eliminazione dei cookie di terze parti e adeguamento delle impostazioni dell’ambito del consenso CMP

L’imminente abolizione dei cookie di terze parti comporta un grande cambiamento nell’utilizzo degli ambiti di consenso consentmanager . Da giugno, consentmanager non imposterà più cookie di terze parti sotto il dominio consentmanager .net . Come risultato di questa modifica, alcune delle nostre opzioni sull’ambito del consenso, come il consenso specifico per l’account e il consenso […]