Destra, Nuovo

Addio cookie di terze parti: ecco come cambia il tracciamento online


tavola da cucina nera vuota con poca farina da forno

Google, l’ultimo dei principali browser come Firefox e Safari ad allontanarsi lentamente dai cookie di terze parti, ha già annunciato che sarà completamente libero dai cookie di terze parti entro la fine del 2024. Spiegheremo di seguito cosa significa e come dovrebbe accadere esattamente!

I cookie svolgono un ruolo importante nel tracciare l’attività online sui siti web. Abilitano meccanismi come la profilazione, il retargeting e funzioni operative di base dei negozi online come la memorizzazione degli articoli nel carrello dell’utente. Per questo motivo, l’eliminazione dei cookie di terze parti può avere un impatto significativo sui dati di tracciamento come i tassi di conversione. È consigliabile che CMO, inserzionisti ed editori inizino a cercare metodi o strumenti alternativi.

Panoramica dei diversi tipi di cookie

Per spiegare ulteriormente l’eliminazione dei cookie di terze parti, ecco una breve descrizione delle diverse tipologie di cookie, in particolare delle due più diffuse: cookie di prime parti e cookie di terze parti.

I cookie proprietari sono cookie impostati dallo stesso dominio. Se gestisci un sito web di e-commerce, i cookie proprietari aiutano i tuoi clienti a “ricordare” gli articoli e ad aggiungerli al carrello.

D’altra parte, se hai caricato un video su YouTube che ora è incorporato nel tuo sito web, verranno impostati cookie di terze parti perché il video proviene da un dominio di terze parti, ovvero YouTube.

Nota: è importante sapere che anche terze parti possono impostare cookie proprietari e che continueranno a funzionare. Un esempio di questo è Google Analytics. Google è una terza parte che imposta cookie sul tuo dominio che puoi utilizzare per i suoi scopi di analisi. Questi cookie non scompariranno in futuro, anche se sono impostati da un dominio esterno.

Non sei ancora stanco dei biscotti? (Chi non lo fa? 🍪) Ecco la nostra guida dettagliata su tutto ciò che riguarda i cookie. Tranne quelli commestibili 😉.

Cosa succede se i cookie di terze parti scompaiono? Il mio sito web ha ancora bisogno di un cookie banner?

La risposta è semplice: sì! Hai ancora bisogno di un cookie banner. Ricorda che spariscono solo i cookie di terze parti, mentre continuano ad essere utilizzati cookie di prima parte. Questi cookie non essenziali, ad esempio per analisi di marketing, necessitano comunque del consenso e quindi di un cookie banner. Continuerà ad esistere LocalStorage, dove i dati rimangono sul lato client e non vengono inviati automaticamente al server come i cookie. Ciò richiede ancora il consenso dell’utente ai sensi delle leggi sulla protezione dei dati come il GDPR. Ciò rende ancora più importante ottenere il consenso alla trasmissione dei dati personali con un cookie banner.

Tuttavia, le domande che dovresti porti sono:

  1. Che tipo di cookie utilizzi?
  2. Per cosa usi i cookie?
  3. Utilizzerai LocalStorage?
  4. Chi imposta i cookie?

Rispondere a queste domande ti aiuterà a capire quali alternative dovresti utilizzare al posto dei cookie di terze parti.

Inoltre, nel Le nuove linee guida dell’EDBP hanno chiarito che il trasferimento di indirizzi IP rientra nel trattamento ePrivacy e pertanto richiede una base giuridica che è essenziale o, se non essenziale, richiede il consenso. Ciò rende ancora più necessario un cookie banner.

Le linee guida ufficiali dell’EDBP possono essere trovate qui.

Pronti per l’eliminazione graduale all’inizio del 2024, eliminazione completa alla fine del 2024

La fine dell’utilizzo dei cookie di terze parti è già stata determinata ed è ancora più importante avere una visione precisa del periodo in modo che ci sia tempo sufficiente per prepararsi a metodi di tracciamento alternativi. Secondo un annuncio ufficiale di Google, l’1% degli utenti di Chrome sarà interessato dalla prima fase di eliminazione dei cookie di terze parti, il che significa che non avranno cookie di terze parti abilitati entro il primo trimestre del 2024. Prevediamo che nella fase successiva, entro il terzo trimestre, il 100% degli utenti di Chrome avrà i cookie di terze parti disabilitati.

Gli altri browser rimanenti seguiranno con lo stesso obiettivo: entro la fine del 2024 i browser non supporteranno più i cookie di terze parti. Sempre più tecnologie seguiranno l’esempio e non supporteranno più l’uso di cookie di terze parti.

Che impatto ha la soppressione dei cookie di terze parti sui siti web?

Sono diversi gli scenari che si possono immaginare dopo l’eliminazione completa dei cookie, anche se alcuni cambiamenti potrebbero già essere in fase di sviluppo. Stiamo parlando di

1. obiettivi di marketing meno tracciati e
2. I dati sul pubblico di terze parti non sono più disponibili.

Se lavori principalmente con la pubblicità e devi essere in grado di monitorare la tua spesa pubblicitaria, potresti trovare più difficile giustificare la tua spesa pubblicitaria in futuro poiché non è più possibile garantire lo stesso livello di visibilità.

Questi cambiamenti nella visibilità potrebbero anche portare a metodi alternativi. Potrebbe significare il passaggio da modelli basati sulle prestazioni a modelli basati su clic o impressioni.

La qualità diventa fondamentale, sia come inserzionista alla ricerca di siti Web di qualità sia come editore che produce contenuti di qualità. Ora più che mai, la qualità potrebbe essere il fattore decisivo nella spesa pubblicitaria.

Il secondo scenario che devono aspettarsi gli operatori dei siti web è l’eliminazione quasi certa dei dati di terzi. Questi dati includono, tra le altre cose, profili, interessi di acquisto, sesso e categorie di età. Invece, gli esperti di marketing e gli editori non avranno altra scelta se non quella di fare affidamento sui dati di prima parte.

Come prepararsi e opportunità per i proprietari di siti web

È meglio utilizzare i dati che già possiedi. In caso contrario, puoi iniziare a raccogliere dati.

Inizia con i dati che potresti aver già raccolto dagli iscritti alla newsletter, dagli acquisti dei clienti o dai dati di sondaggi precedenti. E ovviamente , prima di iniziare a trattare i dati personali , dovresti già avere un cookie banner impostato in modo che gli utenti possano dare il loro consenso alla raccolta dei loro dati. In caso contrario, ora è il momento di farlo. Successivamente potrai iniziare a raccogliere dati senza problemi legali!

Conclusione: prepararsi alla fine dei cookie di terze parti

  1. concentrarsi su contenuti web di alta qualità – per gli editori, anche per gli inserzionisti. Se gestisci un e-commerce, assicurati che i contenuti del tuo sito web siano sufficientemente attraenti, comprese le foto dei prodotti, le descrizioni e l’usabilità del tuo negozio.
  2. Scopri subito le alternative ai cookie di terze parti!
  3. Infine, l’utilizzo di un cookie banner è molto importante per poter raccogliere tutti i tipi di dati senza problemi legali! Inizia subito a raccogliere dati proprietari.

Con consentmanager il tuo banner sarà pronto per l’uso in pochi minuti ed è gratuito. Provalo ora!


più commenti

Digital Services Act
Destra

La legge sui servizi digitali (DSA) vale anche per la vostra azienda? Le piattaforme online hanno obblighi aggiuntivi

La legge sui servizi digitali stabilisce ulteriori requisiti di trasparenza per le piattaforme online. La definizione di piattaforma online ai sensi della DSA può applicarsi alla tua attività. Di conseguenza, potrebbe essere richiesto di rispettare ulteriori requisiti di trasparenza della DSA. Continua a leggere per scoprire se la tua attività rientra in questa categoria e […]
A picture of a cookies with a red circle in the middle and the caption 1st party cookies and 3rd party cookies
Nuovo

Eliminazione dei cookie di terze parti e adeguamento delle impostazioni dell’ambito del consenso CMP

L’imminente abolizione dei cookie di terze parti comporta un grande cambiamento nell’utilizzo degli ambiti di consenso consentmanager . Da giugno, consentmanager non imposterà più cookie di terze parti sotto il dominio consentmanager .net . Come risultato di questa modifica, alcune delle nostre opzioni sull’ambito del consenso, come il consenso specifico per l’account e il consenso […]